Ninfee Nere
Libri / 1 Maggio 2019

Ninfee Nere di Michel Bussi – 2016 Edizioni e/o Cara lettrice, caro lettore, stavolta il libro non l’ho preso dallo scaffale, mi è stato consigliato da mio figlio, che condivide la passione per la lettura e conosce i libri che preferisco. “ ti piacerà, vedrai” ebbene sì, l’ho letteralmente divorato! La lettura è scorrevole, spunti interessanti e coinvolgenti che scoprirete nella descrizione dei personaggi, delle emozioni, dei paesaggi. E’ un noir che ti tiene incollato alla pagina, alle righe, all’evolversi della storia, ricco di colpi di scena, fino all’ultima pagina. Scritto in prima persona, narra del paese di Giverny, in Normandia, il racconto si svolge in un periodo di tempo di 14 giorni, tre donne coinvolte, reale e veritiera la descrizione del paese, conoscerai le vie, i particolari delle case, del paesaggio e il miracolo della natura, tra le parole scoprirai meravigliosi dipinti, colori ed emozioni. Il titolo? Non è casuale. A chi piace la pittura, in particolare Manet, la lettura dei riferimenti stuzzica l’attenzione e risveglia ricordi. Per chi invece non lo conosce, potrebbe essere un motivo valido per leggere il libro ed approfondire poi la conoscenza del pittore. Non svelerò altro del racconto, Vi suggerisco la lettura, non…

La Maestra
Libri / 1 Gennaio 2019

La Maestra di Elena Moya – 2014 Feltrinelli “ distruggere una scuola per erigere un centro commerciale ?” Vallivana Querol, 89 anni,  gagliarda maestra di scuola in pensione, è l’unica che sembra opporsi con fermezza al progetto. Per tutti Valli, di indomita grinta, ha attraversato la Spagna e non solo, ha conosciuto Garcia Lorca, Dalì, Picasso e stretto amicizia con femministe come Victoria Kent. Ora però, seduta su una panchina di pietra davanti all’austero edificio dell’Eton College, Valli deve prendere una decisione difficile. Possibile che una come lei accetti di collaborare con la scuola più classista d’Inghilterra? Se volete scoprirlo, visitate con noi, Morella, il paesino di Valli “ giardino dei poeti” sulle montagne valenciane. Conoscerete una comunità di personaggi variopinti, fra cui l’ambizioso sindaco, convinto che la vendita di una vecchia scuola gli permetterà di entrare nel giro di quelli che contano. Ma non tutti, a Morella, vogliono vedere l’antico palazzo trasformato in un centro commerciale o, peggio, in un casinò… Valli ha lottato tutta la vita per la libertà e l’uguaglianza. Ma le battaglie non finiscono mai, e stavolta il nemico è la speculazione edilizia. Tra segreti di famiglia, antichi rancori e imprevedibili passioni, riuscirà la caparbia maestra a salvare la scuola…

Resto Qui
Libri / 18 Novembre 2018

Resto Qui di Marco Balzano – 2018 Einaudi Finalista al Premio Strega 2018 Una storia civile e attualissima, che cattura fin dalla prima pagina. Il nuovo grande romanzo del vincitore del Premio Campiello 2015, già venduto in diversi Paesi prima della pubblicazione. Quando arriva la guerra o l’inondazione, la gente scappa. La gente, non Trina. Caparbia come il paese di confine in cui è cresciuta, sa opporsi ai fascisti che le impediscono di fare la maestra. Non ha paura di fuggire sulle montagne col marito disertore. E quando le acque della diga stanno per sommergere i campi e le case, si difende con ciò che nessuno le potrà mai togliere: le parole. «Se per te questo posto ha un significato, se le strade e le montagne ti appartengono, non devi aver paura di restare». Note sull’autore: Marco Balzano è nato a Milano nel 1978, dove vive e lavora come insegnante di liceo. Ha esordito nel 2007 con la raccolta di poesie Particolari in controsenso (Lieto Colle, Premio Gozzano). Nel 2008 è uscito il saggio I confini del sole. Leopardi e il Nuovo Mondo (Marsilio, Premio Centro Nazionale di Studi Leopardiani). Il suo primo romanzo è Il figlio del figlio (Avagliano 2010, finalista Premio Dessì 2010, menzione speciale…

Niente lacrime per la signorina Olga
Libri / 21 Gennaio 2018

Niente lacrime per la signorina Olga di Elda Lanza – 2012 Salani Tra la quantità di libri presenti sugli scaffali della Libreria, ho scelto questo libro perché sono stata catturata dalla copertina, intrigante. Ispira anche Voi? Non conoscevo l’autrice che si è rivelata una piacevole sorpresa. Il filo conduttore, nei libri di Elda Lanza, è un personaggio carismatico, umano e affascinante: il commissario Max Gilardi. L’autrice ha talento in una scrittura facile da leggere e comprendere, veloce, chiara che sa ben descrivere sia le situazioni che i sentimenti dei personaggi con dovizie di particolari interessanti trasportando letteralmente il lettore tra le pagine del libro, fino a sentirne i profumi e a vederne i colori. L’ambientazione della storia riporta a frangenti come fossero già vissuti anche dal lettore, indipendentemente dal nome del paese o della città o al periodo di riferimento. Il libro racconta di personaggi curiosi, sentimenti e fatti che si intrecciano attorno alla morte della “signorina Olga”. “… non aveva mai avuto, neppure da bambino, un albero di Natale, a casa sua usava il Presepe. Gli sembrò che quel panorama unisse i due simboli in un unico affresco: e si sentì commosso per una tenerezza che aveva dimenticato” Se Vi…

La stanza in fondo alla casa
Libri / 18 Giugno 2017

La stanza in fondo alla casa di Jorge Galán – 2016 Mondadori Pare quasi che un benevolo destino mi sorprenda facendomi incontrare, a sorpresa, la scrittrice Almudena Grandes, da poco l’ho conosciuta (si fa per dire…) scegliendo il libro “I baci sul pane”, ricordate, è tra i libri del nostro scaffale. La brama d’emozione che spira mentre scelgo  un libro, spesso mi porta allo scaffale della letteratura spagnola: i libri hanno copertine dai disegni, dai colori, dai titoli così intensi ed incisivi che attirano lo sguardo, magnetizzano l’attenzione ed il braccio agisce in autonomia, senza che la ragione possa influenzare il gesto. La prima pagina del libro ospita una prefazione poetica, particolare, si riconosce lo sguardo, la sottile percezione di un ricordo, ed è così che  ritrovo  Almudena Grandes che augura ai lettori “ benvenuti nella magia dell’emozione, nel miracolo della letteratura “ “La stanza in fondo alla casa” mi ha stregato, divorato in due giorni. L’autore è un poeta: “Sparì dietro una curva e allora si trasformò in memoria, smise di essere una donna per diventare queste parole che cercano di ricordarla, questa voce che prova a ricrearla malgrado le ombre e l’oblio genuino, perché la dimentico sempre di più, perché…

Ciò che inferno non è
Libri / 21 Maggio 2017

Ciò che inferno non è di Alessandro D’Avenia – 2014 Mondadori La copertina: uno stupefacente scorcio di mare, complice l’insolito titolo, mi hanno attratto come tentacoli di piovra. L’autore è già una conferma, quindi ho preso il libro dallo scaffale senza indugi coltivando già curiose aspettative. E’ una lettura poetica, traboccante d’amore: l’amore per le persone, di qualsiasi razza colore etnia età,  l’amore per l’amicizia, l’amore per la famiglia e l’amore anche per chi ti fa soffrire, l’amore per il paese in cui abiti, nonostante tutto. Vincitore Premio Mondello 2015 – Premio Speciale del Presidente Dal momento in cui il protagonista, Federico attraversa il passaggio a livello che divide il quartiere Brancaccio dal resto della città, non ha nessuna percezione del cambiamento che avverrà nella sua vita e nella sua persona. Sono tanti i personaggi ai quali il lettore  non avrà difficoltà ad affezionarsi, primo tra i quali Don Pino Puglisi, un uomo di grande personalità di grande bontà, un cuore immenso, una sconfinata fiducia verso gli altri. Ti affezionerai, lettrice o lettore, anche a Totò, a Serena, a Dario, a Lucia.  Che fa da cornice alla storia, come in un quadro che ti lascia con il fiato corto, la descrizione della città…

Se mi tornassi questa sera accanto
Libri / 17 Aprile 2017

Se mi tornassi questa sera accanto di Carmen Pellegrino – 2017 Giunti Editore Non sono riuscita a trattenermi, non ho letto l’introduzione, non ho letto la quarta di copertina, mi ha trafitto come spina avvelenata, il titolo. Scoprendo poi che le parole fanno parte della poesia di Alfonso Gatto che, volendo, potete leggere a fondo pagina. Ho preso il libro dallo scaffale, d’impeto.  Nella prima parte la storia si svolge tra il racconto e le lettere che scrive un padre alla figlia; malgrado l’inizio sia triste, la scrittura così suggestiva così poetica e così vera prende il lettore alla gola e seppur non consapevole, leggi una pagina e poi ancora un’altra perché vorresti sapere, vorresti capire, vorresti poi ricordare. E’ una storia di genitori e figli e vita e cose non dette. E’ un libro che fa pensare. Non vorrei svelare altro del racconto, penso che la lettura dell’opera sia la cosa migliore per te, lettore. Dalle parole dell’autrice : “Come per le cose abbandonate, tiro via qualche parola dalla polvere della dimenticanza … Ho a cuore la perdita, le storie di ferite. Ho a cuore chi si siede nel buio”. Della stessa autrice: il romanzo d’esordio, Cade la terra, ha vinto il…

Gli onori di casa
Libri / 12 Marzo 2017

GLI ONORI DI CASA di Alicia Giménez-Bartlett – 2013 Sellerio Editore titolo originale NADIE QUERE SABER Petra Delicado Ispettore di Polizia di Barcellona e il suo vice Fermin Garzon, sono i protagonisti di una storia in cui l’omicidio del signor Siguan, avvenuto cinque anni prima, li porterà a proseguire le indagini a Roma, un omaggio alla città molto amata dalla scrittrice. Inizialmente le indagini partono pigre ma un incidente spietato farà capire loro che qualcuno segue Petra scoprendo la connessione con la criminalità italiana trapiantata in Spagna. I personaggi di Petra e Firmin sono così inevitabilmente veri, con le loro malinconie, le frustrazioni, i caratteri così diversi, i difetti, che sanno farsi amare nell’immediato, ed il lettore si affezionerà ai dialoghi leggiadri, ironici, talora comici e alla complessità dei sentimenti espressi e nascosti…oltre che, alla passione per il buon cibo, la birra, le tapas. L’autrice inoltre è abilissima nella descrizione dei personaggi che ruotano attorno ai protagonisti e dei relativi ambienti circostanti. “Risi di nuovo fragorosamente. Nessuno mi metteva di buonumore quanto Garzon. Lui lo sapeva, ed era felice di questo, anche se faceva finta di prendersela, con una faccia da martire sul punto di rendere l’anima a Dio.” Della stessa autrice:…

L’uomo dei cerchi azzurri
Libri / 26 Febbraio 2017

L’uomo dei cerci azzurri di Fred Vargas – 1992 Einaudi Nel commissariato di Parigi operano personaggi atipici, logorati dalla vita, originali che poco incarnano lo stereotipo della classica Polizia. A capo il commissario Adamsberg, distratto, lento e riflessivo amante dei temporali e dei misteri, che sa cogliere l’essenza delle persone attraverso solitarie passeggiate lungo la Senna. Soprannome: “ spalatore di nuvole”. Da qualche mese a Parigi, compaiono dei cerchi azzurri disegnati sulla strada con il gesso: pare siano casuali, un oggetto dimenticato al centro, un accendino, il tappo di una bottiglia di birra, una scritta sempre uguale…Giornalisti e psichiatri dibattono ma Adamsberg no, lui sa, lo sente che prima o poi un cadavere comparirà… Della stessa autrice: personalmente Vi consiglio di leggere il libro recensito, il primo che ho letto, poi sarebbero tanti, tra i quali: I tre evangelisti; Io sono il tenebroso; Tempi glaciali, tutti insomma… Note sull’autrice: Fred Vargas è lo pseudonimo di Frédérique. Fred è il diminutivo adottato in omaggio alla sorella gemella Jo, pittrice, che nelle sue opere si firma Vargas ( peraltro Vargas è il cognome del personaggio interpretato da Ava Gardner nel film “ La contessa scalza”). E’ ricercatrice di Archeozoologia specializzata in medievistica, in Francia. La singolarità…

La mia famiglia e altri animali
Libri / 5 Febbraio 2017

La mia famiglia e altri animali di Gerald Durrell – 1956 Adelphi Il titolo è ironico, curioso, come il testo, autobiografico, scritto dal grande zoologo nel 1956, il suo primo libro ed il più famoso. E’ un libro da leggere o da raccontare a persone di qualsiasi età… e da rileggere nei momenti di malinconia. L’autore si racconta da giovane, nel periodo in cui trascorre circa 5 anni all’isola di Corfù con la sua famiglia, una famiglia eterogenea, eccentrica, divertita e divertente. Scrive “… doveva essere un resoconto blandamente nostalgico della storia dell’isola, ma ho commesso il grave errore di infilare la mia famiglia nel primo capitolo del libro. Non appena si sono trovati sulla pagina non ne hanno più voluto sapere di levarsi di torno…”. Leggerete di eccentrici personaggi di amici e contadini del posto, di ironiche, curiose ed esilaranti vicissitudini familiari, oltre che di una natura selvaggia, un mare che sembra dipinto e le prime scoperte dello scienziato sul comportamento degli animali, originali, talora incredibili. Ad ogni pagina il lettore avvertirà un’autentica atmosfera di libertà, di meravigliato stupore e una contagiosa felicità che rimane anche oltre la pagina del libro. E’ un libro da non perdere. Dello stesso autore: il…