Ninfee Nere
Libri / 1 Maggio 2019

Ninfee Nere di Michel Bussi – 2016 Edizioni e/o Cara lettrice, caro lettore, stavolta il libro non l’ho preso dallo scaffale, mi è stato consigliato da mio figlio, che condivide la passione per la lettura e conosce i libri che preferisco. “ ti piacerà, vedrai” ebbene sì, l’ho letteralmente divorato! La lettura è scorrevole, spunti interessanti e coinvolgenti che scoprirete nella descrizione dei personaggi, delle emozioni, dei paesaggi. E’ un noir che ti tiene incollato alla pagina, alle righe, all’evolversi della storia, ricco di colpi di scena, fino all’ultima pagina. Scritto in prima persona, narra del paese di Giverny, in Normandia, il racconto si svolge in un periodo di tempo di 14 giorni, tre donne coinvolte, reale e veritiera la descrizione del paese, conoscerai le vie, i particolari delle case, del paesaggio e il miracolo della natura, tra le parole scoprirai meravigliosi dipinti, colori ed emozioni. Il titolo? Non è casuale. A chi piace la pittura, in particolare Manet, la lettura dei riferimenti stuzzica l’attenzione e risveglia ricordi. Per chi invece non lo conosce, potrebbe essere un motivo valido per leggere il libro ed approfondire poi la conoscenza del pittore. Non svelerò altro del racconto, Vi suggerisco la lettura, non…

La Maestra
Libri / 1 Gennaio 2019

La Maestra di Elena Moya – 2014 Feltrinelli “ distruggere una scuola per erigere un centro commerciale ?” Vallivana Querol, 89 anni,  gagliarda maestra di scuola in pensione, è l’unica che sembra opporsi con fermezza al progetto. Per tutti Valli, di indomita grinta, ha attraversato la Spagna e non solo, ha conosciuto Garcia Lorca, Dalì, Picasso e stretto amicizia con femministe come Victoria Kent. Ora però, seduta su una panchina di pietra davanti all’austero edificio dell’Eton College, Valli deve prendere una decisione difficile. Possibile che una come lei accetti di collaborare con la scuola più classista d’Inghilterra? Se volete scoprirlo, visitate con noi, Morella, il paesino di Valli “ giardino dei poeti” sulle montagne valenciane. Conoscerete una comunità di personaggi variopinti, fra cui l’ambizioso sindaco, convinto che la vendita di una vecchia scuola gli permetterà di entrare nel giro di quelli che contano. Ma non tutti, a Morella, vogliono vedere l’antico palazzo trasformato in un centro commerciale o, peggio, in un casinò… Valli ha lottato tutta la vita per la libertà e l’uguaglianza. Ma le battaglie non finiscono mai, e stavolta il nemico è la speculazione edilizia. Tra segreti di famiglia, antichi rancori e imprevedibili passioni, riuscirà la caparbia maestra a salvare la scuola…

Resto Qui
Libri / 18 Novembre 2018

Resto Qui di Marco Balzano – 2018 Einaudi Finalista al Premio Strega 2018 Una storia civile e attualissima, che cattura fin dalla prima pagina. Il nuovo grande romanzo del vincitore del Premio Campiello 2015, già venduto in diversi Paesi prima della pubblicazione. Quando arriva la guerra o l’inondazione, la gente scappa. La gente, non Trina. Caparbia come il paese di confine in cui è cresciuta, sa opporsi ai fascisti che le impediscono di fare la maestra. Non ha paura di fuggire sulle montagne col marito disertore. E quando le acque della diga stanno per sommergere i campi e le case, si difende con ciò che nessuno le potrà mai togliere: le parole. «Se per te questo posto ha un significato, se le strade e le montagne ti appartengono, non devi aver paura di restare». Note sull’autore: Marco Balzano è nato a Milano nel 1978, dove vive e lavora come insegnante di liceo. Ha esordito nel 2007 con la raccolta di poesie Particolari in controsenso (Lieto Colle, Premio Gozzano). Nel 2008 è uscito il saggio I confini del sole. Leopardi e il Nuovo Mondo (Marsilio, Premio Centro Nazionale di Studi Leopardiani). Il suo primo romanzo è Il figlio del figlio (Avagliano 2010, finalista Premio Dessì 2010, menzione speciale…

Niente lacrime per la signorina Olga
Libri / 21 Gennaio 2018

Niente lacrime per la signorina Olga di Elda Lanza – 2012 Salani Tra la quantità di libri presenti sugli scaffali della Libreria, ho scelto questo libro perché sono stata catturata dalla copertina, intrigante. Ispira anche Voi? Non conoscevo l’autrice che si è rivelata una piacevole sorpresa. Il filo conduttore, nei libri di Elda Lanza, è un personaggio carismatico, umano e affascinante: il commissario Max Gilardi. L’autrice ha talento in una scrittura facile da leggere e comprendere, veloce, chiara che sa ben descrivere sia le situazioni che i sentimenti dei personaggi con dovizie di particolari interessanti trasportando letteralmente il lettore tra le pagine del libro, fino a sentirne i profumi e a vederne i colori. L’ambientazione della storia riporta a frangenti come fossero già vissuti anche dal lettore, indipendentemente dal nome del paese o della città o al periodo di riferimento. Il libro racconta di personaggi curiosi, sentimenti e fatti che si intrecciano attorno alla morte della “signorina Olga”. “… non aveva mai avuto, neppure da bambino, un albero di Natale, a casa sua usava il Presepe. Gli sembrò che quel panorama unisse i due simboli in un unico affresco: e si sentì commosso per una tenerezza che aveva dimenticato” Se Vi…

Le affinità elettive
Libri / 21 Gennaio 2018

Le affinità elettive di Johann Wolfang Goethe Scritto nel 1807, un grande classico della letteratura straniera, è una lettura d’altri tempi ma che potrebbe benissimo essere una storia attuale. Il lettore si sentirà trasportato lentamente, inesorabilmente tra il paesaggio, tra i colori, tra un arcobaleno di colori dipinti: ricordate Colazione sull’erba di Manet? Il tema del racconto è molto antico: il conflitto tra la passione e il dovere, ma assume molta importanza anche il conflitto tra l’aspirazione alla felicità individuale e il rispetto delle istituzioni sociali, rispetto del matrimonio e dei sentimenti altrui, tra le proprie emozioni e la vita sociale, nella quale i propri sentimenti possono diventare degli altri. La descrizione del paesaggio, dei personaggi nei minimi particolari e i dialoghi sono piccoli gioielli, pietre preziose che vale la pena conoscere. “Così in una specie di prodigio, l’assente e il presente si intrecciavano l’un l’altro con un fascino pieno di beatitudine. Ma il presente non si lascia derubare del suo grande diritto. Ma quando la mattina dopo Edoardo si risvegliò sul petto della moglie, gli parve che il giorno guardasse nella stanza pieno di presentimenti e gli parve che il sole illuminasse un delitto”. Mi son nascosta nel mio fiore, cosi che,…

Alois Alzheimer e Chiara – La nonna che non c’è
Libri / 1 Ottobre 2017

Alois Alzheimer e Chiara  La nonna che non c’è di Giorgio Soffiantini – 2016 Edizioni Libreria Cortina Ho avuto l’inattesa opportunità di conoscere questo commovente libro in modo casuale, non l’ho trovato tra gli scaffali. Mi è stato concesso il privilegio di dare voce ad alcune letture in occasione di una delle varie presentazioni del libro…emozionarmi al ricordo è dir poco. Trascorre un po’ di tempo dalla relativa presentazione  al momento in cui il libro trova luogo tra i miei spazi, sullo scaffale, infatti  mi sono avvicinata a piccoli e silenziosi passi, con trepidante curiosità ma anche e soprattutto con rispetto. Perché entrare tra le emozioni e i pensieri intimi delle persone fa smarrire la consapevolezza di ciò che si è e di ciò che si ha, soprattutto quando si racconta di una malattia. L’autore narra il percorso, la strada obbligata che ha dovuto affrontare accanto, seduto vicino e talora portando in braccio, metaforicamente parlando e non solo, la moglie Anna Chiara affetta dalla Malattia di Alzheimer. Verrai a conoscenza, cara lettrice e caro lettore, di quali sono i sintomi iniziali della malattia, fino alle molteplici complicazioni quotidiane, alle piccole e grandi conquiste e con trepidazione parteciperai affrontando giorno per giorno,…

La stanza in fondo alla casa
Libri / 18 Giugno 2017

La stanza in fondo alla casa di Jorge Galán – 2016 Mondadori Pare quasi che un benevolo destino mi sorprenda facendomi incontrare, a sorpresa, la scrittrice Almudena Grandes, da poco l’ho conosciuta (si fa per dire…) scegliendo il libro “I baci sul pane”, ricordate, è tra i libri del nostro scaffale. La brama d’emozione che spira mentre scelgo  un libro, spesso mi porta allo scaffale della letteratura spagnola: i libri hanno copertine dai disegni, dai colori, dai titoli così intensi ed incisivi che attirano lo sguardo, magnetizzano l’attenzione ed il braccio agisce in autonomia, senza che la ragione possa influenzare il gesto. La prima pagina del libro ospita una prefazione poetica, particolare, si riconosce lo sguardo, la sottile percezione di un ricordo, ed è così che  ritrovo  Almudena Grandes che augura ai lettori “ benvenuti nella magia dell’emozione, nel miracolo della letteratura “ “La stanza in fondo alla casa” mi ha stregato, divorato in due giorni. L’autore è un poeta: “Sparì dietro una curva e allora si trasformò in memoria, smise di essere una donna per diventare queste parole che cercano di ricordarla, questa voce che prova a ricrearla malgrado le ombre e l’oblio genuino, perché la dimentico sempre di più, perché…

Ciò che inferno non è
Libri / 21 Maggio 2017

Ciò che inferno non è di Alessandro D’Avenia – 2014 Mondadori La copertina: uno stupefacente scorcio di mare, complice l’insolito titolo, mi hanno attratto come tentacoli di piovra. L’autore è già una conferma, quindi ho preso il libro dallo scaffale senza indugi coltivando già curiose aspettative. E’ una lettura poetica, traboccante d’amore: l’amore per le persone, di qualsiasi razza colore etnia età,  l’amore per l’amicizia, l’amore per la famiglia e l’amore anche per chi ti fa soffrire, l’amore per il paese in cui abiti, nonostante tutto. Vincitore Premio Mondello 2015 – Premio Speciale del Presidente Dal momento in cui il protagonista, Federico attraversa il passaggio a livello che divide il quartiere Brancaccio dal resto della città, non ha nessuna percezione del cambiamento che avverrà nella sua vita e nella sua persona. Sono tanti i personaggi ai quali il lettore  non avrà difficoltà ad affezionarsi, primo tra i quali Don Pino Puglisi, un uomo di grande personalità di grande bontà, un cuore immenso, una sconfinata fiducia verso gli altri. Ti affezionerai, lettrice o lettore, anche a Totò, a Serena, a Dario, a Lucia.  Che fa da cornice alla storia, come in un quadro che ti lascia con il fiato corto, la descrizione della città…

Se mi tornassi questa sera accanto
Libri / 17 Aprile 2017

Se mi tornassi questa sera accanto di Carmen Pellegrino – 2017 Giunti Editore Non sono riuscita a trattenermi, non ho letto l’introduzione, non ho letto la quarta di copertina, mi ha trafitto come spina avvelenata, il titolo. Scoprendo poi che le parole fanno parte della poesia di Alfonso Gatto che, volendo, potete leggere a fondo pagina. Ho preso il libro dallo scaffale, d’impeto.  Nella prima parte la storia si svolge tra il racconto e le lettere che scrive un padre alla figlia; malgrado l’inizio sia triste, la scrittura così suggestiva così poetica e così vera prende il lettore alla gola e seppur non consapevole, leggi una pagina e poi ancora un’altra perché vorresti sapere, vorresti capire, vorresti poi ricordare. E’ una storia di genitori e figli e vita e cose non dette. E’ un libro che fa pensare. Non vorrei svelare altro del racconto, penso che la lettura dell’opera sia la cosa migliore per te, lettore. Dalle parole dell’autrice : “Come per le cose abbandonate, tiro via qualche parola dalla polvere della dimenticanza … Ho a cuore la perdita, le storie di ferite. Ho a cuore chi si siede nel buio”. Della stessa autrice: il romanzo d’esordio, Cade la terra, ha vinto il…

Il sigillo del Palladio
Libri / 18 Marzo 2017

Il Sigillo del Palladio di Corrado Buscemi – 2008 Cierre Grafica Il libro inizia con un misterioso omicidio a Vicenza susseguito da altri simili a Bruxelles, Napoli e Madrid. Iniziano per il commissario Reale le indagini che lo condurranno a ripercorrere eventi storici reali mescolati a fatti esoterici indirizzando le ricerche anche su un misterioso tesoro dei Templari, sulla Massoneria, sulla vita di Andrea Palladio fino ad arrivare agli Esseni e a Gesù Nazzareno. Il libro è un omaggio all’architetto Andrea Palladio che nel 2008 si sono celebrati i 500 anni dalla nascita. Si ripercorreranno i luoghi dell’artista non solo a Vicenza e nel Veneto ma anche locali: Arcole con le botti palladiane, San Bonifacio con il mercato settimanale, Villanova con la sua abbazia. Il libro, come lo ha definito l’autore è un “saggio vestito di giallo con il quale ho voluto svolgere una vera ricerca storica e anche esoterica dell’arte palladiana“. Dello stesso autore: “Il giardino dei buddha di pietra” del 2013 dove il commissario Reale dovrà indagare fra le opere del pittore il Guercino e il mistero di Rennes le Château e la massoneria percorrendo la città di Verona con i suoi monumenti, Siracusa e Londra. “Il Caso de…